Icono de Safe Travel Sevilla
Da non perdere l'Alcázar, la Cattedrale e la Giralda di Siviglia!

Visita gli angoli magici in uno spettacolare tour con le migliori guide della città

Promozione guida ufficiale:

51€/pax 40,80€/pax
20% di scont con il codice “summer”

(Prezzo finale BIGLIETTI COMPRESI)

Icono de flecha
Extracto del Logotipo de Alcazar Seville Tour

Storia del Real Alcázar di Siviglia

Visita la sua storia, le sue stanze e i suoi giardini.
Con il nostro tour scoprirai nel dettaglio uno dei posti più belli del mondo.

Icono de guías expertos para el tour

Guida ufficiale
in italiano

Icono de Check para nuestros servicios culturales

Accesso preferenziale
senza code

Icono de Euro para nuestra web de tour privados en Sevilla

Miglior prezzo
garantita

Icono Like para nuestros servicios para turistas

Cancellazione e
Rimborso del 100%.

Fase islamica

Sebbene nell’area attualmente occupata dall’Alcázar sivigliano siano stati trovati resti archeologici della tarda età del bronzo (XIII secolo – IX secolo a.C.), nonché resti di edifici romani e visigoti, la prima testimonianza dell’Alcazaba primitiva sarà il Dar al-Ilmarao Casa del Governatore, che nell’anno 913 il califfo Abderramán III fece costruire in questo luogo. Uno dei motivi per la scelta di questa località è stata la vicinanza al porto fluviale di Isbiliya, motore commerciale della città, che a quel tempo si trovava nell’attuale Plaza del Triunfo. Poco dopo gli Omayyadi murarono il recinto quadrangolare comprendente l’antica cinta muraria romana, dove collocarono alcune dipendenze come magazzini, baracche o stalle. Nell’XI secolo, già in epoca abbaziale, l’area aveva raddoppiato la sua superficie compresi gli edifici interni. I più antichi resti archeologici conosciuti risalgono a questo periodo.

L’arrivo, alla fine dell’XI secolo, di Al-Mutamid al trono del regno Taifa di Siviglia coincise con uno dei periodi culturali più prolifici nella storia della città. Isbiliya intensificò l’ambiente intellettuale con l’arrivo di scrittori e artisti attratti dal mecenatismo del re Al- Mutamid. Fu allora che le sale sontuose furono ampliate e furono costruiti alcuni edifici, come l’Alcázar di Al-Mubarako della Benedizione, divenendo il centro di serate letterarie e musicali di una società raffinata, più cortese che guerriera. Di questi edifici restano solo pochi resti sulle pareti, sebbene la loro attività sia stata sufficientemente documentata in scritti e poesie, come quella del poeta Ibn Zaydun, di cui ha scritto Al-Mubarak: “Sembra la guancia di una fanciulla… Lascia che circoli una coppa del vino più profumato e dorato. È un bel palazzo».

Per tutto il XII secolo, lo spazio interno fu modificato durante il califfato almohade e furono costruiti anche altri edifici esenti. Inoltre, gli Almohadi crearono un sistema murato come sistema di sorveglianza che collegava l’Alcázar con la “Torre del Oro”, che già in quel momento si trovava sulle rive dell’attuale corso del fiume Guadalquivir. Questo muro passava attraverso altre torri di avvistamento che esistono ancora oggi, come la “Torre de la Plata” nella strada Santander o la Torre di Abd el Aziz nel viale della Constitución. Si dice che da questa ultima nel 1248 le truppe cristiane del re Fernando III Il Santo avrebbero proclamato la riconquista di Siviglia.

Fase Cristiana

Una volta che la città fu conquistata dagli eserciti castigliani, il re Fernando III Il Santo decide di convertire i palazzi almohadi nella sede della Corte Reale, funzione che continua a svolgere ancora oggi, attuando alcune riforme non strutturali. Nella seconda metà del XIII secolo il re Alfonso X Il Saggio modificherebbe alcune vecchie strutture per il suo comodo utilizzo e realizzerebbe il Palazzo Gotico che avrebbe come anticamera il Patio del Crucero. Nel corso del XIV secolo, sotto il regno di Alfonso XI, il complesso assume un carattere marcatamente mudéjar con l’aggiunta di intonaci e, tra altri, viene edificata la Sala della Giustizia.

Quando Pedro I sale al trono di Castiglia nel 1350, Siviglia viene scelta come capitale del regno. Dopo il terremoto del 1356, il re Pedro I costruì un palazzo di oltre 2 ettari in cima agli edifici palatini musulmani, chiamato Palazzo Mudejar. Il gusto islamico del nuovo monarca, l’importanza dei giardini, la concezione spaziale delle stanze e dell’acqua, come elemento strutturale e motore dell’intero palazzo, danno origine a uno stile mudejar che coesisterebbe in armonia con il palazzo gotico del re Alfonso X. La costruzione sarebbe terminata otto anni dopo.

Nel 1503 i Re Cattolici crearono la Casa de la Contratación dopo aver concesso a Siviglia il monopolio del commercio nelle Americhe. Durante il Rinascimento, e in gran parte per questo motivo, l’Alcázar si arricchì artisticamente, per essempio le decorazioni dell’innovativo ceramista italiano Niculoso Pisano, che all’inizio del XVI secolo realizzò, tra altri, il Oratorio dei Re Cattolici o la Pala d’altare dell’Incoronazione della Vergine. Si distingue anche l’opera di Vermondo Resta, maestro italiano dell’Alcázar nella prima metà del XVII secolo, che realizzò la Galleria del Grutesco.

Del XVIII secolo spiccano le Sale di Carlos V, con un ingresso monumentale dell’architetto spagnolo, nato a Bruxelles, Sebastian van der Borcht e le modifiche del Palazzo Gotico, colpito dal terremoto del 1755 che ebbe il suo epicentro a Lisbona e che ebbe replica nella città di Siviglia.

Nel corso dell’Ottocento molte stanze sono state ristrutturate e arredate secondo il gusto dell’estetica ottocentesca con dipinti, mobili, arazzi e orologi. Inoltre, i giardini, che fin dal Rinascimento furono in continua trasformazione, furono completati con nuovi portali, gallerie, padiglioni, stagni e fontane, per renderli uno degli spazi paesaggistici più belli e belli della Spagna.

Scopri i segreti dell’Alcazar

Visita la sua storia, le sue stanze e i suoi giardini.
Con il nostro tour scoprirai nel dettaglio uno dei posti più belli del mondo.

Passeggia tra i luoghi più belli che compongono questo grande monumento Patrimonio dell’Umanità.

Passeggia, respira e goditi il ​​meraviglioso profumo dei giardini tratto da un bellissimo sogno.

Visita un bellissimo e maestoso patio che è diventato un simbolo per la città di Siviglia.

Prenota ora!

Scegli i giorni e indica i partecipanti

La magia della Cattedrale di Siviglia ti sta aspettando

Guida ufficiale italiana
Accesso prioritario senza code
Il miglior prezzo, garantito

Sali e scopri il cielo della città di Siviglia

Guida ufficiale italiana
Accesso prioritario senza code
Il miglior prezzo, garantito

This site is registered on wpml.org as a development site.